Montagne russe: un’ esperienza da incubo per 80 persone

Un’esperienza terrificante, di quelle che lasciano il segno. Un’avventura davvero terribile per 80 persone, che certamente non si aspettavano potesse finire così il loro giro in giostra. Quello che è capitato è qualcosa di molto preoccupante, anche perché in situazioni del genere avrebbero (probabilmente) dovuto preventivamente effettuare dei controlli più accurati, che forse non ci sono stati.

Il guasto accorso ha infatti spaventato non poco i turisti, che sotto il sole cocente hanno vissuto un incubo che solamente gli addetti ai lavori hanno potuto porre fine. Una cosa del genere non la si augura a nessuno, anche se sarebbe anche potuta finire peggio.

Di solito sulle giostre ci si va per provare un po’ di brio adrenalinico, non certo per rischiare della propria incolumità. Quanto è avvenuto si configura come qualcosa per la quale la società che gestisce il parco divertimenti dovrà senz’altro riflettere, giacché è inammissibile che in una struttura di divertimenti così prestigiosa possa succedere quello che poi è effettivamente accorso.

Il parco divertimenti più grande e celebre della Gran Bretagna ha rischiato un danno di immagine non indifferente per via di questa storia. Possibile che nessuno avesse effettuato i consueti controlli di routine? Oppure il guasto improvviso sarebbe capitato comunque?

80 turisti, un giorno, si sono recati in quel parco dei divertimenti ed hanno scelto come attrazione le montagne russe. Non lo avessero mai fatto. Hanno vissuto un’avventura terrificante, altro che semplice brivido adrenalinico.

Partiti per “viaggiare” all’insegna del divertimento sulle montagne russe dell’Alton Towers, ad un certo punto è accaduto quello che proprio non ti aspetti, che lascia tutti impietriti e spaventati, sia sopra le montagne russe che sotto, con le persone che sono state ad osservare preoccupate.

Sono rimasti appesi a testa in giù sulle carrozze per un arco di tempo molto lungo: circa 2 ore, per via di un guasto.

La tragedia per fortuna è stata evitata, giacché alla fine i tecnici del parco divertimenti, intervenuti, sono riusciti a portare a compimento ciò che si erano prefissati, ossia riuscire a riparare il guasto. A guasto riparato, i turisti sono scesi, e sono apparsi comprensibilmente provati dall’esperienza, complice anche il forte caldo che ha condizionato la loro lunga permanenza a testa sotto sopra, ad un’altezza vertiginosa.

Per fortuna, nessuno si è fatto male, giacché erano ancorati ben stretti sui loro rispettivi posti a sedere all’interno delle carrozze. Le conseguenze, quindi, sono state esclusivamente quelle relative ad un brutto spavento e un brutto ricordo.




Lascia un commento