Chiede di farsi seppellire con i suoi soldi. Ecco come è finita

bara[1]

Un uomo aveva lavorato duramente per anni al fine di poter guadagnare i propri soldi, per tale motivo li sentiva tutti suoi e non avvertiva l’esigenza di offrirli a nessun altro. La storia che vi raccontiamo in questa sede non è recente, ma è comunque degna di essere menzionata soprattutto per via della particolarità di come si è conclusa.

La moglie del signore ha avuto una genialata non di poco conto, che ha risolto sia il problema legato alla fedeltà al marito, che quello relativo al benessere economico della vedova.

L’avaro protagonista della storia,  aveva lavorato duramente e lungamente durante la sua vita per ottenere denaro. Non spendeva molti soldi, preferiva tenerli con sé. Amava infatti il suo denaro più di ogni altra cosa, e questo lo portava a risparmiare moltissimo, accumulando le ricchezze che lo hanno accompagnato fino alla vecchiaia e alla morte. Ma non gli bastava. Quando era ancora in vita chiese alla moglie di fargli un favore tutto particolare.

Un giorno, disse alla moglie, una signora credente e molto osservante: “Quando morirò voglio che tu prenda tutto il mio denaro e lo metta nella bara assieme a me” e la moglie così fece, mantenne la propria promessa, anche perché fedele al marito, sino in fondo. Ma lo fece in un modo molto originale…

L’uomo morì, e la donna osservò quindi il volere del marito. Parlando con un’amica, le confessò come si era comportata in merito al da farsi.

Infatti l’amica in questione era rimasta incredula nello scoprire che effettivamente la moglie ormai vedova avesse rinunciato ad ereditare il denaro. Non è da tutti, in effetti. Cosa se ne farà di quei soldi il marito, ora che non è più su questo mondo? A questa domanda deve aver pensato anche la moglie, la quale ha agito in un modo decisamente singolare. La signora ha comunque trasferito il denaro sul proprio conto corrente, ereditando l’intera somma come le spettava di diritto.

Come ha fatto, quindi, ad accontentare il marito? Ha firmato un assegno vero intestato a lui, e glielo ha messo nella tomba. Ora lui è virtualmente in possesso di tutto il suo denaro.

La storia, molto vecchia, e reperita andando a scovarla attraverso un lavoro di ricerca effettuato in rete, ci è parsa interessante, ed abbiamo voluto ugualmente raccontarvela, nonostante non vi siano conferme sulla veridicità di quanto verificatosi. Lo abbiamo fatto perché in ogni caso parla di un fatto indice di un colpo di genio sicuramente da apprezzare.




Lascia un commento