Bambini in vendita su Instagram? La polizia indaga

Un sistema di vendita di innocenti tramite il social media di Instagram. Un’indagine fatta dalla polizia indonesiana ha scoperto che un gruppo di criminali potrebbe aver messo in vendita dei bambini.

Stando a quanto riporta il Mirror, noto quotidiano inglese, gli agenti dell’Indonesia avrebbero portato alla luce un’attività illecita, legata alla “messa in vendita” di giovani vite, al prezzo di circa 600 euro.

Il tutto è emerso attraverso una serie di fotografie con 6 bambini ciascuno che sono state postate mediante la pagina di Instagram. Ogni bimbo in vendita aveva un prezzo che si aggirava intorno ai 600 euro, e assieme alle immagini erano state postate anche le relative informazioni per poter ritirare i piccoli.

Il profilo relativo al commercio dei minori, al momento risulta essere inattivo. I poliziotti hanno setacciato diversi edifici appartenenti allo stato asiatico dell’Indonesia, allo scopo di riuscire ad ottenere prove che potessero riguardare i mascalzoni coinvolti nel traffico illecito.

Malgrado le significative attività di indagine e ricerca, non è stato possibile trovare nulla di importante, pertanto al momento i presunti criminali sono ancora in libertà, e i bambini potrebbero ancora essere tenuti come ostaggi.

Alcune foto del profilo di Instagram

Intervistato dal quotidiano locale Jakarta Post, il comandante della polizia Muhammad Iqbal, che ha il compito di coordinare le relative indagini attinenti allo scandalo emerso sul social, ha fatto alcune affermazioni utili a chiarire meglio la faccenda.

Al Jakarta Post ha affermato che quando lui e i suoi uomini erano giunti sul posto, hanno trovato solamente un ufficio in uso da una fondazione cattolica, la quale ha lo scopo di offrire un rifugio per gli adolescenti. Non sono stati in grado di notare alcun bambino, all’interno di quel luogo.

Malgrado il blitz, e nonostante avessero chiesto i documenti al fine ultimo di indagare a fondo sulla questione, tutte le carte relative al centro cattolico erano in ordine.

A questo punto come fare per individuare quei malfattori e mettere in salvo i bambini? Per il momento gli agenti stanno continuando ad analizzare il profilo. Le indagini della polizia di Jakarta stanno vertendo pertanto sulle informazioni reperibili tramite internet.

Il comandante Iqbal, ha anche affermato che: “Se è stato tutto uno scherzo, vorremmo comprendere quale sia il motivo che ha portato a tanto”.

Quindi, mentre la fondazione è apparsa completamente in regola, e non avere alcun legame con il presunto traffico di vite innocenti, le indagini stanno andando avanti.




Lascia un commento